Fine Ottocento-fine Novecento

 

Fine Ottocento- fine Novecento

Gli artisti che operavano verso la fine dell’ottcento, a partire dagli anni settanta avevano e sentivano impellente un rinnovamento dell’arte,una voglia di libertà rispetto a un’arte accademica oppressiva e infine leziosa, cio che l’artista cercava era la propria autonomia, e soprattutto una propria poetica e di conseguenza un proprio stile, tanto che nessun gruppo ha resistito a lungo, dagli impressionisti a tutti i gruppi che si sono succeduti , fino alle avanguardie storiche del primo novecento


La seconda metà del novecento è pur sempre caratterizzata da impulso di libertà e di autonomia alla ricerca di una propria poetica e di un proprio stile, ma con una ipoteca pesante e non sempre distinguibile e cioè le ideologie che hanno accompagnato tutto il novecento ponendo un pesante riflesso su tutta la cultura che prima era stato dell’illuminismo.
Il concettualismo in forma cosciente o in forma libertaria porta con sè tutto il peso e il condizionamento di una cultura scientifica o presunta tale, di quella condizione ultimativa e in certi casi arrogante del pensiero contemporaneo.
Quello che cercavano i libertari della fine dell’ottocento aveva una premessa illuministica ciò che cercano i libertari della fine del novecento ha una premessa ideologica e scientifica e spesso ultimativa.
questo mette in evidenza tutte le difficoltà di ritrovare in questo fine novecento nonchè fine millennio, le vie di una continuità tutta da inventare ma su basi creative possibile di poetiche individuali ma non ultimative.
M.T